Pensione Di Reversibilitã  Al Coniuge Divorziato Senza Assegno Di Mantenimento

Pensione Di Reversibilitã  Al Coniuge Divorziato Senza Assegno Di Mantenimento. Il coniuge superstite non deve aver accettato l’assegno di mantenimento in un’unica soluzione (cosiddetto una tantum ). Tuttavia, per lungo tempo, la giurisprudenza ha.

Studio Legale LdV Viareggio QUALI DIRITTI PATRIMONIALI SPETTANO AL
Studio Legale LdV Viareggio QUALI DIRITTI PATRIMONIALI SPETTANO AL from www.studiolegaleldv.it

Il primo beneficiario della misura è sempre il coniuge, anche se separato legalmente, mentre all’ex coniuge divorziato la prestazione spetta solo nel caso che non abbia contratto nuovo matrimonio e che sia beneficiario di assegno di mantenimento periodico. Il coniuge, infatti, ha diritto in automatico alla pensione di reversibilità senza che incida il regime patrimoniale. Nuovi dettagli dalla corte di cassazione.

È Questa La Sintesi Di Una Recente Ordinanza Della Cassazione [1].

Il coniuge superstite non deve essersi risposato; Quando spetta e i requisiti necessari. Il coniuge separato con addebito, non titolare di assegno alimentare, ha diritto alla pensione di reversibilità, in qualità di coniuge superstite.

Il Trattamento Spetta Al Coniuge, Fino A Un Determinato Limite Di Reddito, Ai Figli, Sino A 26 Anni Se Studenti Universitari, A 21 Se Studenti,O Senza Limiti Se Inabili, E In Mancanza, Ai Genitori Over 65 Senza Pensione O Ai Fratelli Ed Alle Sorelle Inabili.

Fino ad un decennio fa ai separati veniva riconosciuto il diritto alla pensione di reversibilità solo nel caso che la separazione non fosse con addebito e. In particolare, la ripartizione della pensione di reversibilità tra coniuge divorziato e coniuge superstite deve avvenire considerando la durata. Questo significa che chi è sposato da un giorno può vantare lo stesso diritto di chi è stato sposato diversi anni.

Essendo Lei Titolare Di Assegno Di Mantenimento Mensile, Quindi, La Pensione Di Reversibilità Le Spetta.

Per quanto concerne la pensione di reversibilità, invece, bisogna sapere che il coniuge divorziato ne ha diritto solamente nel caso in cui non si sia risposato e sia titolare di un assegno di mantenimento. Diciamo subito che con la fine definitiva del matrimonio, sancita dalla sentenza di divorzio, non spetterà più la pensione di reversibilità al coniuge divorziato senza assegno di mantenimento mentre toccherà all’ex coniuge che sia titolare di un assegno divorzile, finché abbia diritto anche a quest’ultimo. Mentre il coniuge beneficiario deve tassare la somma percepita dall’assegno di mantenimento.

A Sua Volta L’importo Della Pensione Di Reversibilità Viene Determinato Prendendo In Considerazione Lo Stato.

Pensione di reversibilità al coniuge con e senza assegno di mantenimento la circolare inps 19/2022 ha riconosciuto il diritto a ricevere il trattamento per il coniuge separato anche senza diritto. La pensione di reversibilità spetta all’ex coniuge anche se non era beneficiario di assegno di mantenimento da parte del defunto. Secondo tale consolidato orientamento, il coniuge separato con addebito e senza assegno alimentare ha, pertanto, diritto alla pensione.

Pensione Di Reversibilità All’ex Coniuge Divorziato.

In altre parole, il fatto che il giudice non abbia riconosciuto a quest’ultimo il diritto all’assegno mensile non ha alcun effetto. Innanzitutto il coniuge divorziato deve già percepire dall’ex coniuge defunto un assegno divorzile versato con cadenza periodica: La durata del matrimonio non influisce in alcun modo sul diritto a ricevere la pensione di reversibilità.